A mio fratello Mario

Mio fratello si chiama Mario, io e lui ci passiamo 10 anni, essendo la figlia maggiore. E’ un bambino di solo 2 anni e tenerlo a bada, è una missione LETTERALMENTE impossibile, sebbene sono io a doverlo controllare sempre, nonostante io abbia un altro fratello e un’altra sorella.

Diciamo che ormai tenerlo d’occhio, per mia esperienza personale, è più o meno semplice, soprattutto perchè ho il vantaggio di conoscerlo o perchè riconosco bene il fatto che i bambini siano vivaci e che sia normale che si comportino “inadeguatamente”, ma secondo un mio punto di vista, i bambini riescono a farsi vedere molto più furbi e capaci di quanto un adulto o un ragazzo, possa fare o essere.       

Ovviamente avere un fratello ha molti lati positivi, tra cui dare la colpa a lui quando succede qualcosa, ma a parte gli scherzi, avere un fratello piccolo per la seconda volta, dopo 4 anni, è fantastico per molti aspetti. La compagnia, per esempio, che può sembrare banale, ma avere compagnia in casa, per me, è fondamentale. Pensandoci bene, un bambino di soli 2 anni, è capace di darti molto più affetto di quanto ti possa dare un fratello di 10 anni e una sorella di 6 messi insieme.                                                                                                                                                                                                                     

Giulia Casella IIC           

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: