Il papà

Il ruolo più difficile e bello del mondo.

Essere padre, insieme alla madre, è la gioia più grande che si possa provare, sapere di aver generato un nuovo essere umano che ti accompagnerà, Iddio piacendo, per tutta la vita, dandoti emozioni, pensieri, gioie ma anche dolori, ansie e preoccupazioni, sentimenti contrastanti ma allo stesso tempo grandiosi perché le gioie verranno ricordate per sempre mentre i dolori ed i dispiaceri ti fortificheranno, senza accorgertene e ti aiuteranno a leggere la vita in un modo diverso e migliore.

Essere padre significa realizzarsi, completarsi, significa creare una nuova famiglia, dare continuità ma allo stesso tempo è quel “quid pluris” che ti porterà a svegliarti anche quando sei stanco per andare a lavoro, che ti porterà a digiunare per cercare di “non far mancare nulla” alla tua famiglia, che ti porterà a fine giornata al ritorno a casa, esausto, a sorridere e comunque scherzare con i tuoi figli che hanno aspettato tutto il giorno per giocare con te, che ti porterà sempre e comunque a mettere da parte ogni tuo desiderio e/o piacere pur di soddisfare i desideri dei tuoi bambini.

Tutto verrà superato durante la vita coniugale se accanto all’amore ed il sostegno del papà si unirà la consapevolezza che a casa c’è una famiglia che ti sta aspettando e che al solo vederti gli brilleranno gli occhi di gioia.

La casa senza il padre è come un grosso albero senza foglie e frutti, misero, triste e spento.

 

Il papà di Ludovica Morrone IIC

3 thoughts on “Il papà

  1. Veramente emozionante complimenti AVV. Morrone💕 sei il nostro avvocato di famiglia, e sentire queste parole ci fa capire che sei un avvocato e un padre eccezionale.

  2. Conoscendo il padre di Ludo credo che questo articolo non sia fatto tanto per…ma c’è davvero tutto il suo cuore.🫶🏻❤️

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: